Blog Lpd Notizie flash dall'Italia e dal mondo. Oltre 70.000 notizie di libera consultazione.  

 

 

d

 

   

frascan web solutions

   

Area Riservata  

   

unidata

   

Pagine Facebook  

d Clicca qui

Sostituisce la piattaforma Google + che dal 2 aprile 2019 non sarà più visibile

 

   

Forme di collaborazione con il portale  

 

 

   

Modalità per consultare e/o ricevere soltanto il documento che interessa  

Per consultare e/o ricevere soltanto la notizia che interessa e per cui occorre la registrazione inquadra il QRCode ed effettua una donazione a piacere.
Per sapere come ricevere poi il documento  CLICCA QUI

 

 

   

gennaio 1996  Chi rema contro?

Dettagli

 

Se non rammento male nel 1989 fu presentato in anteprima, dalla Società Almatronic di Roma,durante la 137^ Festa della Polizia un nuovo sistema di trasmissione immagini via radio.

Si trattava, uso il passato perchè tale progettualità non è andata mai oltre quella manifestazione,di una apparecchiatura composta di una telecamera con obiettivo a focale variabile,un monitor di controllo delle immagini riprese (marca Grundig) ed un compressore di immagini (sistema denominato " Almadata ") istallata su autovetture delle volanti,della stradale,dei commissariati etc..per trasmettere,su richiesta della centrale, situazioni ed avvenimenti in diretta durante le ore di servizio sulle strade cittadine.

L'apparecchiatura che poteva essere utilizzata da un solo operatore avrebbe consentito la trasmissione via radio, senza ulteriori modifiche , anche di immagini riprese da una comune telecamera.

L'uso di tale sistema, oltre alla sua duttilità , facilità e indiscussa utilità non avrebbe richiesto canali di trasmissioni speciali e si sarebbe potuto istallare rapidamente su qualsiasi mezzo sia fisso che mobile.

Oltre alla possibilità di avvalersi di sistemi radio, era possibile anche utilizzare sistemi bifilari per controlli con sistemi centrali asserviti da computer, e che le immagini riprese sia in movimento che da ferme potevano essere registrate su normali audiocassette.

Da pari data, e forse anche prima erano gia' disponibili i microcomputer da istallare a bordo delle varie auto per un collegamento diretto con la Banca Dati.

Se ciò fosse avvenuto realmente, pensate quanti passi avanti avremmo potuto ancora fare dal 1989 ad oggi ?! Invece nell'anno di grazia 1996 siamo ancora nell'anno zero !

A questo punto, è più ricorrente che mai una riflessione che mi pervade dal 1981 ad oggi, e cioè capire chi stia remando contro e con il chiaro intento di chi vuole affossare la Polizia di Stato a favore di altri istituti di Polizia !

La mia convinzione è supportata dal fatto che le due maggiori agenzie di Polizia italiane vengono fornite di dotazioni tecnologiche e mezzi dallo stesso Dicastero, e che sarebbe quello dell'Interno,ed in virtù di ciò nel corso degli anni ho potuto palesare che per quanto attiene l'altra agenzia di Polizia vi sono fondi disponibili per ogni esigenza (informatizzazione fissa e mobile,automotoveicoli recenti, ponti radio e trasmissioni dell'ultima generazione etc...), mentre per la Polizia di Stato, direttamente dipendente dal Ministero dell'Interno non vi è tutta questa disponibilità nè tantomeno attenzione !

Dobbiamo presagire che questa disattenzione o pressapochismo sia dovuta ad una chiara volontà,oppure addebitare il tutto all'incompetenza di chi gestisce l'Amministrazione della Pubblica Sicurezza ?

Prendendo a spunto e concordando su una frase detta dal nostro Segretario Generale Nazionale Roberto Sgalla """omissis..Sono passati anni terribili, l'Arma dei Carabinieri ha allargato molto il proprio ruolo deborbando dalle proprie funzioni, e mettendo così in discussione il ruolo della Polizia. omissis..."""", mi spiego sempre di più perchè nei nostri Dipartimenti Interforze scompaiono dalla Dirigenza Prefetti e Questori ed in loro vece compaiono Generali dell'Arma !

Pertanto non mi meraviglierei affatto se una mattina svegliandomi palesassi un trasferimento in blocco di tutti gli ambienti di Viale Romania al Viminale !

Un appello quindi ai nostri Politici in generale, e ai nostri Questori in particolare acchè questo sogno ,neanche tanto bene celato, riposto in un cassetto non si avveri.

Roma, gennaio 1996

 

 

 

Massimiliano VALDANNINI

SIULP ROMA

   

Lpd - documenti sfogliabili  

        Solo consultazione.  Non è possibile richiedere l'invio del Pdf.  

 

   
© LPD - Laboratorio di Polizia Democratica