Blog Lpd Notizie flash dall'Italia e dal mondo. Oltre 70.000 notizie di libera consultazione.  

 

 

d

 

   

frascan web solutions

   

Area Riservata  

   

unidata

   

Pagine Facebook  

d Clicca qui

Sostituisce la piattaforma Google + che dal 2 aprile 2019 non sarà più visibile

 

   

Forme di collaborazione con il portale  

 

 

   

Modalità per consultare e/o ricevere soltanto il documento che interessa  

Per consultare e/o ricevere soltanto la notizia che interessa e per cui occorre la registrazione inquadra il QRCode ed effettua una donazione a piacere.
Per sapere come ricevere poi il documento  CLICCA QUI

 

 

   

CoBaR Palidoro: qual è il profilo di impiego, quali gli incarichi di un carabiniere INIDONEO

Dettagli

x  

 

Riceviamo e pubblichiamo

"...Qual è il profilo di impiego, quali gli incarichi di un carabiniere INIDONEO permanentemente al servizio d’istituto in modo parziale ?

Il DPR 739 del 25 ott 1981 è stato abrogato dall’art. 6 Legge 78 del 31.03.2000.

In assenza di disciplina come va trattata la materia ?

Il CoBar Palidoro, dopo aver letto le disposizioni dell’ufficio ordinamento del comando generale chiede chiarezza almeno in merito al profilo di impiego come già avviene nella polizia di stato (direzione centrale sanità dipartimento PS)

La storia e le tradizioni della Benemerita non possono essere l’alibi per cercare di mantenere ancora inalterate, fra le FF.OO., le discriminatorie condizioni nell’impiego dei Carabinieri

Ebbene, i Carabinieri già sapevano che, in quanto militari, il loro “profilo di impiego” comporta un’utilizzazione più ampia. Quello che non sapevano è che l’agognata Legge di “riordino” e di “specificità” non sono servite a garantire quelle agevolazioni che già si ipotizzavano per distinguere, ad esempio, l’impiego nella Polizia di Stato e nell’Arma dei Carabinieri ovvero, quell’aggiuntivo migliore riconoscimento economico e previdenziale tale da giustificare quei sacrifici personali e familiari che sono decisamente aumentati, per i Carabinieri, dall’anno 2000. Prima che l’Arma dei Carabinieri uscisse dall’Esercito, ad esempio, i profili di impiego già codificati per i militari specializzati, erano dettati e meglio garantiti da normative stringenti. L’uscita dall’Esercito, ovvero l’elevazione al “rango” di Forza armata, ha consentito ai nostri vertici di potersi “emancipare” (per usare un eufemismo) da quei criteri di impiego già codificati nell’Esercito, producendo una DEREGOLAMENTAZIONE spesso a discapito della professionalità, della formazione, dell’aggiornamento e della sicurezza del personale impiegato anche a duplice o triplice incarico esclusivo. ln quel momento si è deciso di adottare nuove scelte organizzative. Nuovi criteri “di massima efficienza nell’impiego delle risorse disponibili” per evitare che, in presenza di minori esigenze connesse con l’esercizio della specializzazione, i carabinieri potessero risultare sottoimpiegati a discapito della funzionalità dei reparti che li inquadrano”.

LA FUNZIONALITÀ DEI REPARTI HA FINITO CON IL “PREVALERE” SUL BENESSERE E LA SICUREZZA E LA PROFESSIONALITÀ DEL PERSONALE. “ergo” TUTTI DEVONO FARE TUTTO.

(con buona pace della sicurezza che viene così garantita a costi più contenuti)..."

Per consultare il documento  

   

Lpd - documenti sfogliabili  

        Solo consultazione.  Non è possibile richiedere l'invio del Pdf.  

 

   
© LPD - Laboratorio di Polizia Democratica