Blog Lpd di tutto di più. Oltre 50.000 notizie di libera consultazione.  

 

 

d

 

   

frascan web solutions

   

Area Riservata  

   

unidata

   

Pagine Facebook  

d Clicca qui

Sostituisce la piattaforma Google + che dal 2 aprile 2019 non sarà più visibile

 

   

Forme di collaborazione con il portale  

 

 

   

salute: reni a rischio per 13 mln italiani, test degli atleti per salvarli

Dettagli

SALUTE: RENI A RISCHIO PER 13 MLN ITALIANI, TEST DEGLI ATLETI PER SALVARLI =
APPELLO NEFROLOGI PER GIORNATA MONDIALE, FATE COME GLI SPORTIVI,
ESAMI URINE E CREATININA

Milano, 14 set. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Sono 5 milioni
gli italiani con i reni 'in default', che a causa di una ridotta
funzionalita' dell'organo-filtro rischiano complicanze
cardiovascolari, dialisi e trapianto. Ma sono piu' del doppio, circa
13 milioni, i connazionali che soffrono di malattie renali a vari
livelli di gravita'. Numeri in progressivo aumento, parallelamente
all'invecchiamento della popolazione e alla diffusione di condizioni a
rischio come diabete, obesita' e ipertensione. Per rallentare,
arrestare o addirittura invertire la marcia verso l'insufficienza
renale cronica, emergenza sanitaria che costa 2 miliardi di euro
l'anno, la parola d'ordine e' giocare d'anticipo. Basta sottoporsi
regolarmente a esami molto semplici ed economici come i test delle
urine e dei livelli di creatinina nel sangue. Analisi ben note agli
atleti che i nefrologi propongono come esempio di prevenzione: una
sorta di 'check-up dei campioni', da imitare per salvarsi i reni.

L'alleanza con il mondo dello sport e' uno degli ingredienti
della Giornata mondiale del rene, che si celebra giovedi' 8 marzo e in
Italia e' promossa dalla Sin (Societa' italiana di nefrologia) e dalla
Fir (Fondazione italiana rene), in collaborazione con Croce Rossa
Italiana e Societa' internazionale di nefrologia, sotto l'Alto
patronato della Presidenza della Repubblica e con il patrocinio del
ministero della Salute. Per l'occasione, sono in programma visite
gratuite in 215 centri di nefrologia in tutto il Paese; test della
pressione e delle urine offerti su camper-ambulatori e nelle piazze di
36 citta' in 15 regioni, e visite in 35 scuole di 24 citta'
(informazioni su www.sin-italy.org e
www.fondazioneitalianadelrene.org). (segue)

(Opa/Col/Adnkronos)
14-FEB-12 13:15

NNNN
SALUTE: RENI A RISCHIO PER 13 MLN ITALIANI, TEST DEGLI ATLETI PER SALVARLI (2) =

(Adnkronos) - Per veicolare il messaggio i medici hanno
'arruolato' anche i nuovi media, con uno spot video su Youtube e una
fan page su Facebook. Domenica 4 marzo inoltre, grazie a un'alleanza
con la Lega calcio, in tutti i campi di serie A verra' esposto lo
striscione della Giornata del rene. Infine, il volto dell'edizione
2012 sara' la pluricampionessa mondiale di canoa Josefa Idem, che la
prossima estate partecipera' a Londra alla sua ottava Olimpiade
consecutiva.

"Un risultato frutto di duri allenamenti - commenta Rosanna
Coppo, presidente Sin - di uno stile di vita corretto, ma anche di
controlli medici periodici: proprio quelli cui dovrebbero sottoporsi
tutti per prevenire la malattia renale". (segue)

(Opa/Col/Adnkronos)
14-FEB-12 13:24

NNNN
SALUTE: RENI A RISCHIO PER 13 MLN ITALIANI, TEST DEGLI ATLETI PER SALVARLI (3) =
9 MILA NUOVI DIALIZZATI L'ANNO, RISPARMI PER 2 MLD RITARDANDO
INGRESSO DI 5 ANNI

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - La malattia renale, ricordano gli
esperti, e' particolarmente insidiosa perche' non da' sintomi. E'
silenziosa, ma avanza inesorabile. E quando si manifesta, la perdita
di funzionalita' d'organo e' ormai del 90% e diventa necessaria la
dialisi. E' urgente correre ai ripari, incalzano i nefrologi. Dal 2000
a oggi, infatti, gli italiani che hanno subito un trapianto di rene
sono passati da 9.500 a 17 mila (+78,9%), e i dializzati da 37 mila a
45 mila (+22%).

"Il numero di italiani in dialisi cresce al ritmo di 9 mila
nuovi casi all'anno", segnala Coppo, direttrice di Nefrologia, dialisi
e trapianto pediatrico all'ospedale Regina Margherita di Torino. E il
problema, oltre che medico, e' anche sociale ed economico,
considerando che "un paziente dializzato costa complessivamente circa
50 mila euro all'anno. In totale, la spesa annuale per tutti i
dializzati italiani ammonta alla cifra enorme di 2 miliardi di euro",
continua la presidente della Sin. Eppure, "basterebbe trattare in modo
intensivo anche solo il 10% delle persone con riduzione moderata della
funzionalita' renale (funzionalita' residua al 60%), ritardando di 5
anni la loro progressione verso un danno d'organo significativo, per
risparmiare 2 miliardi di euro: tanti da pagare un anno di sedute ai
dializzati di oggi".

Da qui il ruolo chiave della prevenzione. "Il 60% delle cause di
ingresso in dialisi puo' essere affrontato e gestito", evidenzia
infatti Diego Brancaccio, presidente Fir. Basti pensare che il 72% dei
dializzati nel mondo sono pazienti diabetici o ipertesi. (segue)

(Opa/Ct/Adnkronos)
14-FEB-12 14:38

NNNN
salute: reni a rischio per 13 mln italiani, test degli atleti per salvarli (4) =
PER L'8 MARZO VISITE GRATIS E INFORMAZIONI IN PIAZZE, SCUOLE E
AL SUPERMARKET

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - L'obiettivo degli esperti e'
ridurre la pendenza del 'piano inclinato' che porta alla dialisi e poi
al trapianto, ritardandoli il piu' possibile. Anzi, "grazie alla
diagnosi e al trattamento precoci si puo' non solo rallentare il
decorso della malattia renale - puntualizza Coppo - ma persino
invertirlo, restituendo ai reni una piena funzionalita'". Per arginare
l'impatto della patologia renale, pero', e' necessaria un'alleanza tra
camici bianchi di varie discipline. A cominciare dai medici di
famiglia, ai quali sono dedicate le Linee guida presentate nei giorni
scorsi dalla Sin, frutto della sinergia fra 13 societa' scientifiche
coordinate dall'Istituto superiore di sanita'. Un documento in 29
punti, per la prevenzione, la diagnosi precoce e la corretta gestione
delle malattie dei reni.

Ed ecco il consiglio dei nefrologi ai cittadini: "Una volta
all'anno misurare la pressione arteriosa ed effettuare l'esame delle
urine", mentre "talvolta puo' essere necessario conoscere il valore
della creatinina nel sangue ed effettuare un'ecografia renale". I
test-base sono "semplicissimi ed economici", assicurano Coppo e
Brancaccio: "L'esame della creatinina costa 1 euro circa e l'analisi
delle urine ancora meno, 70 centesimi". Ma e' fondamentale, perche' in
nefrologia "le urine parlano".

Oltre ai controlli periodici, tengono a sottolineare gli
specialisti, la salute dei reni si conserva anche con uno stile di
vita sano e una dieta equilibrata. Anche questo verra' ricordato nelle
piazze, nelle scuole e negli ospedali che apriranno le porte ai
cittadini per visite gratis. Inoltre, nei 130 punti vendita Esselunga
distribuiti lungo la Penisola, nelle 2 settimane precedenti la
Giornata mondiale del rene dell'8 marzo verra' trasmesso un messaggio
audio-informativo e sara' distribuito materiale sull'evento.

(Opa/Zn/Adnkronos)
14-FEB-12 15:03

NNNN

   

Lpd - documenti sfogliabili  

  

 

   
© LPD - Laboratorio di Polizia Democratica