Art. 40, D.L. 24 gennaio 2012, n. 1: "Disposizioni in materia di carta d'identità".

Dettagli
Categoria: Leggi, Decreti, Gazzette Ufficiali e Circolari
Creato Sabato, 28 Gennaio 2012 16:52
Visite: 4448

Ministero dell'interno
Circ. 27-1-2012 n. 1/2012
Art. 40, D.L. 24 gennaio 2012, n. 1: "Disposizioni in materia di carta d'identità".
Emanata dal Ministero dell'interno, Dipartimento per gli affari interni e territoriali, Direzione centrale per i servizi demografici.

Circ. 27 gennaio 2012, n. 1/2012 (1).

Art. 40, D.L. 24 gennaio 2012, n. 1: "Disposizioni in materia di carta d'identità".

(1) Emanata dal Ministero dell'interno, Dipartimento per gli affari interni e territoriali, Direzione centrale per i servizi demografici.

 

     

Ai
    

Prefetti della Repubblica
          

Loro sedi
     

Al
    

Commissario del Governo per la provincia di Bolzano
          

39100 - Bolzano
     

Al
    

Commissario del Governo per la provincia di Trento
          

38100 - Trento
     

Al
    

Presidente della Giunta regionale della Valle D'Aosta
          

11100 - Aosta

e, p.c.:
    

Al
    

Commissario dello Stato per la Regione siciliana
          

90100 - Palermo
     

Al
    

Rappresentante del Governo per la Regione Sardegna
          

09100 - Cagliari
     

Al
    

Ministero degli affari esteri
          

Direzione generale italiani all'estero e politiche migratorie
          

Piazzale della Farnesina, 1
          

00135 - Roma
     

Al
    

Dipartimento della pubblica sicurezza
          

Direzione centrale per gli affari generali della polizia di Stato
          

Sede
     

Al
    

Dipartimento della pubblica sicurezza
          

Direzione centrale dell'immigrazione e della polizia delle frontiere
          

Via Tuscolana, 1558
          

00173 - Roma
     

All'
    

Istituto nazionale di statistica
          

Via Cesare Balbo, 16
          

00184 - Roma
     

All'
    

Associazione nazionale comuni italiani
          

Via dei Prefetti, 46
          

00186 - Roma
     

All'
    

Associazione nazionale ufficiali di Stato civile ed anagrafe
          

Via dei Mille, 35 E/F
          

40024 - Castel San Pietro Terme (BO)
     

Alla
    

DE.A. - Demografici associati
          

c/o Amministrazione comunale
          

V.le Comaschi, 1160
          

56021 - Cascina (PI)
        

 

L'art. 40 del D.L. n. 1/2012 ha introdotto alcune disposizioni in materia di carta d'identità.

In particolare, il comma 2, lett. a), del citato art. 40, che modifica l'art. 3, comma secondo, del R.D. n. 773/1931, limita l'obbligo di apposizione dell'impronta digitale (decorrente dal 1° gennaio 2013, ai sensi D.L. n. 216/2011) alla sola carta d'identità elettronica.

Il comma 2, lett. b), dell'art. 40, che sostituisce l'art. 3, quinto comma, del citato regio decreto, prevede che "la carta d'identità valida per l'espatrio rilasciata ai minori di età inferiore agli anni quattordici può riportare, a richiesta, il nome dei genitori o di chi ne fa le veci. L'uso della carta d'identità ai fini dell'espatrio dei minori di anni quattordici è subordinato alla condizione che essi viaggino in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, o che venga menzionato, in una dichiarazione rilasciata da chi può dare l'assenso o l'autorizzazione, il nome della persona, dell'ente o della compagnia di trasporto a cui minori medesimi sono affidati. Tale dichiarazione è convalidata dalla questura o dalle autorità consolari in caso di rilascio all'estero".

In attuazione del primo periodo della suindicata disposizione - applicabile alla sola carta d'identità cartacea, nelle more dell'adeguamento del supporto della carta d'identità elettronica, rilasciata dai comuni sperimentatori- l'ufficiale delegato dal sindaco, su richiesta, dovrà apporre sull'ultima facciata del documento in questione la dicitura "nome dei genitori o di chi ne fa le veci", e di seguito il nome e il cognome dei genitori o di chi ne fa le veci, nonché il timbro del comune e la firma del dipendente delegato. Tali elementi potranno altresì essere aggiunti sul documento già rilasciato, atteso che la norma non esclude tale possibilità.

Si soggiunge che il secondo periodo del citato art. 3, quinto comma, rinovellato dal decreto-legge in commento, di cui al testo sopra riportato, riproduce la previsione già introdotta con il D.L. n. 70/2011, oggetto della Circ. 26 maggio 2011, n. 15/2011 di questa Direzione centrale.


Si pregano le SS.LL. di voler informare i sigg. Sindaci del contenuto della presente circolare.


Il Direttore centrale

Menghini

 

R.D. 18 giugno 1931, n. 773, art. 3
D.L. 24 gennaio 2012, n. 1, art. 40
D.L. 13 maggio 2011, n. 70, art. 10
D.L. 29 dicembre 2011, n. 216