Blog Lpd Notizie flash dall'Italia e dal mondo. Oltre 80.000 notizie di libera consultazione.  

 

 

d

 

   

frascan web solutions

   

Area Riservata  

   

unidata

   

Pagine Facebook  

d Clicca qui

Sostituisce la piattaforma Google + che dal 2 aprile 2019 non sarà più visibile

 

   

Forme di collaborazione con il portale  

 

 

   

Modalità per consultare e/o ricevere soltanto il documento che interessa  

 

Per consultare e/o ricevere soltanto la notizia che interessa e per cui occorre la registrazione inquadra il QRCode ed effettua una donazione a piacere.
Per sapere come ricevere poi il documento  CLICCA QUI

 

 

   

Uranio: Anavafaf, Difesa condannata a risarcire reduce Iraq malato

Dettagli

 

URANIO: ANAVAFAF, DIFESA CONDANNATA A RISARCIRE REDUCE IRAQ MALATO =

Roma, 19 dic. (Adnkronos) - "Il ministero della Difesa e' stato
condannato al risarcimento del danno nei confronti di un ex militare
della Folgore della provincia di Siena, reduce da una missione in
Iraq, affetto da un linfoma non Hodgkin, neoplasia maligna del tessuto
linfatico". A darne notizia, attraverso il sito Vittimeuranio.com, e'
Falco Accame, presidente dell'Anavafaf, associazione di assistenza ai
militari.

Ad emettere la sentenza "il 14 novembre scorso, e' stato il
Tribunale civile di Firenze", aggiunge spiegando che il caso e' quello
di un militare che ha partecipato per due mesi ad una missione in Iraq
nel 1991, ed oggi e' guarito. Nel 2002 la scoperta della malattia, nel
2006 l'avvio dell'azione legale. Nella sentenza pronunciata dal
giudice Luca Minniti si afferma che ''il ministero della Difesa deve
ritenersi responsabile del danno alla salute subito da S. D. V., danno
che, consistendo in lesioni personali gravissime cagionate da
comportamento colpevole dell'amministrazione integra necessariamente
gli estremi del correlativo reato''.

Ed anche che ''nel caso in discorso, vi sia stato un
atteggiamento assolutamente imprudente e non ispirato ai principi di
cautela e responsabilita' da parte del ministero della Difesa,
consistito nell'aver ignorato le informazioni in suo possesso, gia' da
lungo tempo, circa la presenza di uranio impoverito nelle aree
interessate dalla missione ed i pericoli per la salute dei soldati
collegati all'utilizzo di tale metallo''. "Si tratta - fa notare il
sito Vittimeuranio.com - della sesta sentenza di condanna della Difesa
in Italia, la seconda per quanto riguarda il Tribunale di Firenze. I
militari malati per possibile contaminazione da uranio impoverito sono
oltre 2500, piu' di 200 invece quelli deceduti".

(Rre/Zn/Adnkronos)
19-DIC-11 19:10

NNNN

   

Lpd - documenti sfogliabili  

        Solo consultazione.  Non è possibile richiedere l'invio del Pdf.  

 

   
© LPD - Laboratorio di Polizia Democratica