Blog Lpd di tutto di più. Oltre 46.000 notizie di libera consultazione.  

 

 

d

 

   

frascan web solutions

   

Area Riservata  

   

unidata

   

Pagine Facebook  

d Clicca qui

Sostituisce la piattaforma Google + che dal 2 aprile 2019 non sarà più visibile

 

   

Forme di collaborazione con il portale  

 

 

   

NOTA PER I SOSTENITORI  




D

   

Basta tagli alla cultura

Dettagli

Basta tagli alla cultura

Egregio Direttore,
vorrei dire ai cari governanti di evitare tagli alla scuola, alla cultura, al sapere, alla ricerca, allo spettacolo, all'istruzione, bisogna investire di più e meglio.
I tagli andrebbero fatti sulle spese militari, sulle armi, sugli sprechi clientelari, di consulenze e di appalti, subappalti, che fanno lievitare i costi a dismisura del lavoro e dei servizi, tagli su spese e sprechi di tanti dirigenti, di aziende di Enti pubblici e privati con stipendi d’oro. Poi ci vorrebbe una vera lotta all’evasione fiscale, alla fuga illegale di ingenti capitali all’estero, andrebbe messa in atto una strategia seria su tutto il territorio nazionale, per combattere tutte le forme di illegalità. Qualcuno del governo in carica, ha detto che con la cultura non si mangia, io invece dico che il miglior investimento per una società, per il proprio Paese, per il proprio futuro, è nella cultura, nella scuola, nella formazione, nel sapere, nella ricerca.
Per quanto riguarda gli insegnanti di ogni ordine e grado, vanno trattati meglio da chi ci governa, i precari invece di licenziarli, andrebbero gradualmente passati di ruolo, garantendo il buon funzionamento di tutta la scuola, che ce ne siano un numero sufficiente di quelli di sostegno, in classi disagiate, che le classi non siano super affollate, massimo 25 studenti per classe.
Per gli insegnanti ci vogliono retribuzioni più adeguate al loro impegno, va premiato il merito, programmi di lavoro su progetti obiettivi, premi di produttività per chi si impegna di più e si tiene aggiornato e per chi mette in atto programmi per il diritto allo studio. Tutto ciò per far si che ci siano meno bocciati e meno abbandoni, con l’obiettivo di promuovere studenti con una preparazione sempre più elevata.
I genitori degli studenti, secondo me devono essere più protagonisti all’interno degli organi collegiali della scuola. Partecipare di più, portare le proprie idee, le proprie proposte, suggerimenti, per contribuire a migliorare la scuola, il mondo della cultura, instaurare un confronto costruttivo e propositivo, con gli insegnanti. Gli organi collegiali della scuola sono uno spazio democratico conquistato, bisogna utilizzarlo al meglio, oltre che essere un arricchimento culturale personale, contribuirebbe a dare una mano per migliorare la scuola, sicuramente sarebbe un bene per i nostri figli.
Cari studenti di ogni ordine di scuola, siate attivi, siate protagonisti del vostro futuro, adoperate tutti i mezzi democratici a disposizione, per far sentire la propria voce, le vostre idee, le vostre proposte, le vostre ragioni, dialogo e confronto costruttivo con tutti, in Tv, radio, manifestazioni pacifiche, stampa, internet, telefonini, dovete essere più impegnati all'interno del mondo della scuola, per costruire un futuro migliore, pieno di valori veri, di cultura, di sapere, di creatività, un mondo in cui finita la scuola, tutti possano avere un posto di lavoro dignitoso.
Cari cittadini, tutti insieme alziamo la testa, facciamo sentire la nostra voce, se non ora quando?
Francesco Lena

FONTE

   

Lpd - documenti sfogliabili  

  

 

   
© LPD - Laboratorio di Polizia Democratica