Interrogazione a risposta scritta 4-13841 - i vertici della difesa hanno ampliato il loro parco macchine con 19 Maserati

Dettagli
Categoria: Atti Parlamentari
Creato Mercoledì, 09 Novembre 2011 15:06
Visite: 1663

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-13841
presentata da
ANTONIO DI PIETRO
martedì 8 novembre 2011, seduta n.547

DI PIETRO. - Al Ministro della difesa, al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca.- Per sapere - premesso che:

da giorni si legge che i vertici della difesa hanno ampliato il loro parco macchine con 19 Maserati per lo Stato Maggiore dell'Esercito di Roma, inserite come «dotazioni organiche» ed acquistate con l'esercizio finanziario corrente;

il decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, «Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria» pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 155 dello stesso 6 luglio, all'articolo 2 reca disposizioni in materia di autovetture di servizio delle pubbliche amministrazioni, disponendo un tetto di cilindrata non superiore a 1600 centimetri cubici e prevedendo l'adozione di una nuova disciplina volta a ridurre il numero e il costo delle cosiddette auto blu;

il successivo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 3 agosto 2011, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 214 del 14 settembre 2011, ha disciplinato l'utilizzo delle autovetture di servizio e di rappresentanza da parte delle pubbliche amministrazioni al fine di conseguire obiettivi di razionalizzazione e di trasparenza, di contenimento dei costi e di miglioramento complessivo del servizio, anche attraverso l'adozione di modalità innovative di gestione;

in un momento in cui il Paese appare in grave difficoltà, con delle risposte imminenti da dare prima di tutto ai cittadini e poi all'Europa, di fronte agli oltre 2,5 miliardi di euro di tagli subiti in tre anni dal comparto Difesa, di fronte alle accorate proteste che a questo riguardo proprio negli ultimi giorni i sindacati della polizia hanno manifestato a causa dei continui tagli che impediscono persino di fare benzina, sarebbe forse stato più lungimirante destinare quei soldi a cose che riescano a soddisfare i bisogni reali della categoria -:

come si giustifichi l'acquisto delle suddette autovetture tenendo conto del programma di razionalizzazione e di contenimento dei costi del parco auto della pubblica amministrazione così come previsto dal decreto legge 6 luglio 2011.(4-13841)